Skip Navigation Links
Home Page
News e appuntamenti
Chi siamo
Itinerario
Cartina
Castelli Modenesi
Musei tra le mura
Arte a corte
Personaggi
Dinastie e casati
Leggende e curiosità
Castelli da leggere
Glossario
Vie storiche
Enogastronomia modenese
Ospitalità e ricettività
Possibilità meeting e cerimonie
Credits
Privacy
Schede :

Carpi - Palazzo Pio

Il castello, palazzo dei Pio, è composto da diversi edifici sorti dal medioevo fino al 1700 raccolti intorno all’armonioso cortile d’onore dalle forme bramantesche.

Finale Emilia - Castello delle Rocche

Un tempo circondata completamente dalle acque del fiume Panaro, nel ‘400 la rocca è stata trasformata da struttura difensiva in elegante e raffinata dimora signorile per ospitare la corte estense nei viaggi tra Modena e Ferrara.
 

Formigine - Castello

Il castello sorse nel ‘200 come struttura difensiva dei modenesi contro il vicino territorio reggiano e nel ‘400 diventa una dimora signorile. Oggi ospita un centro di documentazione sui castelli e un interessante museo multimediale.

Guiglia - Castello

Una torre merlata di origine medievale dalla quale lo sguardo spazia sull’ampia pianura padana costituisce il nucleo principale del castello che nei secoli ha subito incendi e distruzioni e che all’inizio del ‘900 è stato trasformato anche in albergo.

Levizzano - Castello Rangoni

In un meraviglioso paesaggio collinare coltivato a vigneto, il castello di Levizzano Rangone, che ospita una rinomata enoteca comunale, si presenta oggi come un borgo fortificato sul quale domina l’imponente torre matildica. 

Mirandola - Castello dei Pico

Il castello di Mirandola, composto da diversi edifici costruiti in epoche differenti, era al centro del sistema difensivo di quella che è stata una delle prime città fortificate d’Italia. Tra le sue mura nacque l’umanista Giovanni Pico.

Monfestino - Castello

Il castello di Monfestino, al centro di un sistema di avvistamento e di difesa delle colline modenesi,  domina dall’alto l’intera valle del torrente Tiepido, in posizione privilegiata per controllare le vie di collegamento tra Modena e la Toscana.

Montecuccoli - Castello

Sopra un’altura al centro del vasto territorio del Frignano l’imponente mole del castello, dove nacque il condottiero Raimondo Montecuccoli, presenta torri, camminamenti e cerchie murarie. Ai piedi, il caratteristico borgo medievale.

Montefiorino- Rocca

Compatta e massiccia, la rocca di Montefiorino domina dall’altole valli dei torrenti Dolo e Dragone, in posizione strategica: Durante il secondo conflitto mondiale è stata la sede della prima repubblica libera del nord Italia 

Montegibbio - Castello

Circondato da un rigoglioso bosco, il castello sorge a poca distanza da Sassuolo. Attorno ad una corte centrale si trovano i vari edifici che compongono la struttura: l’aspetto è quello di un piccolo borgo fortificato

Montese - Rocca

Il castello di Montese, con la sua duplice cinta muraria costruita attorno al mastio che domina il paese, è stato nei secoli al centro di diverse dispute tra modenesi, bolognesi e signorie locali. Oggi ospita un museo sulla linea gotica che, durante il secondo conflitto mondiale, passava da qui.

Panzano - Castello Malvasia

Un castello di origine altomedievale trasformato in corte agricola e dimora patrizia nei XVI secolo, al centro di un ampio territorio nella fertile pianura modenese. Gli interno custodiscono importanti affreschi con finte architetture e visioni prospettiche.

Pompeano- Castello

Sorgono su una scura roccia di origine vulcanica il castello e la chiesa di Pompeano. Il fortilizio è in parte  circondato da mura merlate ed è difeso anche dalla naturale posizione sullo sperone roccioso che lo rende inespugnabile.

Roccapelago – Castello

Il castello di Roccapelago sorse prima dell’XI secolo su uno sperone roccioso a oltre 1000 metri di altezza. Presidio di controllo dei percorsi che univano il Frignano alla Toscana, ha subito nei secoli diverse trasformazioni: il nucleo principale è  l’attuale chiesa parrocchiale del paese.

San Felice sul Panaro - Rocca Estense

Anche papa Giulio II della Rovere, nell’inverno del 1511,dimorò per un breve periodo nella rocca che ha mantenuto intatta, dalla metà del XIV secolo, la sua funzione militare e di difesa del territorio tipica delle strutture castellane medievali.

Sestola - Rocca

La rocca di Sestola ha origini altomedievali ed è strategicamente posizionata su un’altura rocciosa che domina la parte meridionale del territorio del Frignano. Oggi, dopo le trasformazioni operate dagli Estensi nel XVI secolo, si presenta come un articolato complesso di edifici tra loro collegati.

Soliera - Rocca Campori

D’impianto regolare e squadrato, la rocca di Soliera, sorta come fortilizio difensivo nel medioevo, è stata nei secoli trasformata in dimora patrizia. Qui era ospitata la celebre “madonna Campori” del Correggio.

Spezzano- Castello

Una raffinata dimora signorile che conserva al proprio interno un ciclo di affreschi rinascimentali sui possedimenti della famiglia Pio e una galleria con la raffigurazione di battaglie e scene di guerre condotte dal feudatario.

Spilamberto - Rocca Rangoni

Circondata da un ampio parco la rocca si affaccia sul fiume Panaro e prospetta anche verso il centro del paese, al termine di un’asse prospettico e viario all’inizio del quale si trova il possente torrione trecentesco. 

Vignola - Rocca

La rocca di Vignola è uno degli esempi più interessanti di architettura fortificata della regione. Edificata sulle sponde del fiume Panaro, è costruita su cinque livelli, dai sotterranei ai camminamenti di ronda. Custodisce al proprio interno pregevoli cicli di affreschi di età tardogotica.

spaziatura spaziatura | spaziatura spaziatura | spaziatura spaziatura
spaziatura spaziatura spaziatura
spaziatura

powered by Comunica scarl e Munari Raffaele

spaziatura